Cerca nel blog

sabato 23 aprile 2016

VERA FANTASCIENZA #3 - LA COSA CHE ASCOLTA

(Lungo la notte - scarica ebook qui: Delos StoreAmazonKoboItunes)
Neanche la pioggia ferma l'appuntamento del sabato con le invenzioni (perfettamente operative e funzionanti) e la tecnologia reale che, a prima vista, può sembrare appena uscita da un racconto di FS.
Oggi vi parlerò della "cosa", un sistema di ascolto segreto, una "cimice" utilizzata dallo spionaggio sovietico durante la guerra fredda fra il 1945 e il 1952.
Come si vede dalle immagini (attualmente la "cosa" si trova al National Cryptologic Museum di Fort George G. Meade, Maryland, USA), la cimice era nascosta sotto una targa celebrativa regalata da un gruppo di studenti russi all'ambasciatore americano a Mosca nel 1945. Vi fu una bella cerimonia ufficiale e discorsi sull'amicizia fra il popolo russo e quello americano. La cimice rimase nell'ufficio dell'ambasciatore per ben sette anni prima di venire scoperta in maniera del tutto casuale (vi lascio immaginare i segreti che può aver captato).


Del resto, la "cosa" era del tutto invisibile ai rilevatori del controspionaggio per un motivo molto semplice: non aveva batterie o fonti di alimentazione interna. Era composta da una semplice membrana sensibile alle onde sonore e un'antenna per trasmettere all'esterno le vibrazioni prodotte dalla membrana. Il tutto all'interno di una piccola cassa di risonanza per amplificare le onde sonore. Essendo priva di alimentazione interna, veniva attivata dall'esterno con una semplice onda radio UHF ad alta frequenza (circa 330 MHz). Mandando in risonanza l'antenna della "cosa", veniva restituita la trasmissione dei suoni prodotti all'interno dell'ufficio nel momento in cui l'oggetto riceveva l'onda UHF.
Arrivederci alla prossima!
Posta un commento