giovedì 28 aprile 2016

ARETUSA JAMMIN #4 - PIAZZA DUOMO LA SPLENDIDA

Clicca per scaricare un ebook in regalo
(Aretusa Jammin - scheda del romanzo: IBSMondadoriUnilibroFeltrinelli)

Veduta di Piazza Duomo dall'alto del Duomo


Proseguiamo oggi nel tour dei luoghi siracusani in cui si svolge il romanzo Aretusa Jammin per scoprirne la singolare magia e toccare con mano le suggestioni espresse nel libro.

Piazza Duomo, dove vi porto oggi, è sicuramente il cuore dell’Isola di Ortigia, che di Siracusa è il centro storico. Si trova a due passi dal porto grande della città ed è considerata un vero e proprio capolavoro in stile barocco.

Venne edificata fra VII e VIII secolo a coronamento della ricostruzione dell'intera Ortigia dopo il grande terremoto del 1963, che distrusse gran parte della Sicilia orientale. Destinata nell'antichità ad essere l‘area sacra più grande dell’Occidente greco, la piazza ha una forma semiellittica ed è dominata dalle facciate imponenti di alcuni palazzi nobiliari e da quelle barocche del Duomo e della chiesa di Santa Lucia alla Badia.

La forma a “lisca di pesce” contribuisce a infondere al visitatore che la vede per la prima volta una sensazione di stupore e meraviglia: gli ingressi principali alla Piazza sono Via Landolina – ingresso nord- e Via Pompeo Picherali – ingresso sud-; strette vie tipiche ortigiane, fiancheggiate da alti palazzi baroccheggianti e illuminate la sera da tenui lampioni arancioni.

Da sinistra a destra: il Comune, il Duomo, l'Arcivescovado e S. Lucia Badia
Sbucando da queste viuzze, Piazza Duomo si apre all'occhio del visitatore con uno scenario che, a seconda del momento della giornata, risulta accecante, accogliente, romantico, austero, imponente: roccia bianca, colonnati, nobili palazzi signorili, questo il colpo d'occhio. L’unicità di questa piazza sta anche e soprattutto nella sua storia antica. Ogni facciata, ogni colonna, persino la pavimentazione, raccontano di popoli, cultura e tempi diversi.

Scorcio della piazza dal'ingresso nord
Quella che adesso conosciamo come Piazza Duomo di Siracusa era una volta l’acropoli della città, luogo sacro del culto greco. Immaginate la piazza come un’immenso spazio roccioso fatto di templi e aree sacre. Il Duomo era nientemeno che il tempio di Atena, di cui ancora oggi si distingue l’imponente colonnato; alla sua sinistra si ergeva il tempio di Artemide, “Arthemisiòn“. Entrambi gli ingressi di questi luoghi sacri, che erano i più importanti, si trovavano nel lato opposto della Piazza, in Via Roma.

Vi ho stimolato abbastanza? Volete saperne ancora di più? Magari vedere di più? Il mio suggerimento è quello più banale: prendete una vacanza e venite a visitarla di "persona personalmente".
Alla prossima!
Posta un commento